La Storia

NOTE STORICHE CTR

Il CTR nasce dalla fusione delle due più importanti compagnie maceratesi: Il Gad Oreste Calabresi e il Gruppo TeMa.

Ecco un po’ di storia delle due Compagnie:

GAD. ORESTE CALABRESI.

Fondata nel 1821, ricostituita nel 1856 con il nome di Società Filodrammatici Maceratesi, nel 1945 la compagnia si ristruttura assumendo il nome di Gad “Oreste Calabresi”.

La lunga tradizione di questo complesso si può sintetizzare citando pochi nomi: Oreste Calabresi, Umberto Palmarini, dall’inizio del secolo scorso gli indimenticabili fratelli Matteucci, Angelo Perugini, Iole Camelo Vaccaro.

Dal 1945, sotto la guida di Angelo Perugini muovono i primi passi in campo teatrale Silvio Spaccesi e Franco Graziosi, oggi quotati attori professionisti.

Nel 1961, muore Angelo Perugini ed il suo posto è preso dal vero uomo simbolo della Compagnia: Ugo Giannangeli.

Con Evro Piangiarelli e sotto la guida di Giannangeli, la Compagnia ottiene i maggiori riconoscimenti della sua storia come la doppia affermazione al Festival Nazionale d’Arte Drammatica di Pesaro nel 1967 con  “I Confessori “ di Vincenzo di Mattia e nel 1981 con “ I Giganti della Montagna” di Luigi Pirandello.

Nel 1990 lo stesso Ugo Giannangeli vince il Premio come migliore attore protagonista sempre al festival di Pesaro con una magistrale interpretazione di “Martino Lori” in “Tutto per bene” di Pirandello.

Tradizionale ma non indifferente alle avanguardie la Compagnia accanto ai testi classici italiani e stranieri pone lavori in vernacolo per attingere alle origini culturali del nostro territorio.

Fiore all’occhiello del Gad Oreste Calabresi è stata l’organizzazione del festival Nazionale “ Macerata Teatro” premio Angelo Perugini che nelle mani del CTR è arrivato alla 44^ edizione.

GRUPPO TEMA.

Costituitosi nel 1973 con la partecipazione del mitico pittore futurista Ivo Pannaggi, sviluppa da sempre la sua attività artistica e culturale per la crescita del teatro nelle sue molteplici forme rappresentative, senza trascurarne i valori sociali.

Lungo la sua strada il Gruppo ha toccato opere ed autori che sono vere e proprie pietre miliari nel panorama teatrale europeo, dal “Il Giardino dei ciliegi” di Cechov ai “ Sei personaggi in cerca di autore” di Pirandello, da “Aspettando Godot” di Beckett al “Cirano di Bergerac” di Rostand, alla “Locandiera” di Goldoni a “ Vita di Galileo” di Brecht, da “Woyzeck” di Buchner a “Pinocchio” di Collodi.

Numerose le partecipazioni a tutti i più importanti festival nazionali:

Pesaro, Vicenza, Schio, Gorizia, Bolzano, Pescia, Macerata, Oliveto Citra, Verona, Trento, ecc.

Nel panorama europeo, oltre alle partecipazioni ai festival internazionali di Olomouc (Rep. Ceca), di Martin (Slovacchia), di Celyabinsk (Russia), spicca la prestigiosa partecipazione al Festival Mondiale di Montecarlo(1989) che, per la presenza di 24 compagnie provenienti dai 5 continenti, rappresenta il massimo appuntamento del teatro amatoriale nel mondo.