49° Festival MACERATA TEATRO – La Governante 19 Novembre 2017 – ore 17,15

                          Note di regia        

Scritta nel 1952, La Governante irruppe con un

forte impatto nell’Italia perbenista e bigotta di que-

gli anni. A prescindere dall’alone di trasgressione

che lo accompagna, per le note vicende legate al-

la censura, questo lavoro di Brancati è un testo

eretico e atipico del secondo Novecento poiché ci

appare come una commedia di costume, dai toni

graffianti e quasi grotteschi, per trascendere im-

prevedivilmente nel dramma. L’umore tragicomico

della commedia lascia intravedere in controluce il

“tentativo, disperato e sgambettante, di uscire dal-

l’inferno”. L’autore mostra una peculiare sensibilità

per la condizione di coscienza e poco contano gli

intellettualismi al riguardo; il richiamo – che sia al-

l’inconscio (della psicanalisi o della letteratura) ap-

pare alle origini antropologiche o sociali – non è

sufficielnte a liberarsi dal senso di colpa e sottrarsi

alle responsabilità personali. Oltre alle guizzanti

aperture sulla società italiana, sulla “doppia mora-

le” sul ruolo della politica e degli intellettuali, sull’ipo-

crisia dei rapporti familiari e sociali – che a distan-

za di mezzo secolo si rivelano lucide e attuali – il

testo, lieve nei toni ma penetrante nell’interiorità

dei personaggi, mostra chiaramente il conflitto che

oppone l’istinto dettato dalla natura all’etica indotta

dalla formazione culturale.

Marcello Andria 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *